DISTRIBUZIONE MASCHERINE PROTETTIVE

Pubblicata il 27/03/2020

La regione del Veneto, per fronteggiare le difficoltà di reperimento sul mercato, ha avviato l’iniziativa di dotare i cittadini della regione di mascherine protettive.
Tali dispositivi sono prodotti in deroga alle vigenti disposizioni, avvalendosi di quanto appositamente previsto dalla legislazione emergenziale (art. 16, comma 2, del D.L. n. 18/2020.
La distribuzione viene eseguita dai Volontari della Protezione Civile che passeranno casa per casa, iniziando dai cittadini più anziani e poi a scendere con l’età, a mano a mano che ci verranno consegnati i quantitativi di mascherine assegnate al nostro comune.
La consegna a domicilio avverrà con le seguenti modalità:
  1. L’incaricato suonerà il campanello e lascerà sulla soglia di casa o sul cancello il pacchetto con la mascherina;
  2. In caso di mancata risposta il pacchetto verrà lasciato all’interno della cassetta postale del destinatario o, in mancanza di questa, riportato dall’incaricato presso la sede della Protezione Civile;
  3. Dovrà essere evitato l’accesso alle abitazioni e ogni contatto tra i destinatari e gli incaricati della consegna;
Le mascherine filtranti monouso di cui trattasi:
  1. non sono da considerarsi presidi medici né Dispositivo di Protezione Individuale (D.P.I.);
  2. non sono adatte all’uso per i bambini sotto i tre anni di età;
  3. possono essere indossate per solo per brevi periodi;
  4. non garantiscono la protezione dei loro utilizzatori dal contagio da agenti patogeni, né garantiscono il mancato contagio da agenti patogeni a soggetti terzi;
  5. mirano ad assicurare maggior protezione in caso di uscita dalla propria abitazione, nei casi consentiti (quali ad esempio l’approvvigionamento di generi alimentari, per il quale è fatto obbligo di limitare l’accesso all’interno dei locali ad un solo componente del nucleo familiare) fermo restando l’obbligo di rispettare la distanza minima di un metro tra le persone;
  6. sono strettamente personali e non è in alcun modo consentito un utilizzo promiscuo, neanche tra i componenti dello stesso nucleo familiare;
  7. non sono lavabili;
  8. non devono essere disperse nell’ambiente, ma depositate subito dopo l’uso in contenitori chiusi da gettare nella frazione “secco non riciclabile”
 
Per emergenze legate al coronavirus, contattare i seguenti numeri:
  • Numero verde Ministero della Salute: 1500
  • Numero verde Regione del Veneto: 800462340


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto