Itinerario/gita

ATTRAVERSANDO LE FRAZIONI

Luoghi
Partenza:Fossalta di Piave (Piazza Vittoria)
Descrizione
Il comune di Fossalta di Piave, di tradizione storica molto antica, risalente addirittura all'epoca medievale con il nome "Fovea Alta", purtroppo oggi non presenta alcun monumento che testimoni il suo passato a causa dei bombardamenti bellici che hanno distrutto tutto. Possiamo, però, apprezzare i vasti spazi aperti che ci offre appena fuori dal centro abitato. Lasciando alla nostra destra la chiesa, ci dirigiamo verso la rotatoria, dove giriamo a sinistra e subito a destra, verso l'argine che risaliamo tenendoci a sinistra. Si apre davanti a noi una visuale molto bella: un piccolo isolotto detto "Buso Burato" che emerge a filo d'acqua in un punto in cui il fiume si allarga girando a destra. Da qui possiamo osservare spesso gallinelle d'acqua e germani reali. Proseguiamo lungo la strada rialzata, la quale sul lato sinistro vede svilupparsi il centro abitato, mentre sul lato destro estendersi le coltivazioni fino alle rive del fiume. Giunti al termine della strada, giriamo a sinistra e scendiamo dall'argine immettendoci in via delle Carbonere, proseguendo diritti fino a trovare sulla destra l'edificio della scuola materna "Casa Rossa", all'altezza della quale giriamo a destra. All'incrocio successivo ci manteniamo sulla sinistra, ma se procedessimo diritti, nemmeno 50 m dopo potremo osservare davanti a noi l'antica villa Marini. Proseguendo per via Lampol, attraversiamo l'argine S. Marco, che porta verso Zenson di Piave, e ci immettiamo nella strada di fronte a noi; al primo incrocio giriamo a sinistra per via Alcide De Gasperi e a quello successivo a destra trovandoci a sinistra, una grande azienda agricola circondata da vigneti. Continuiamo ora sempre diritti fino quasi a ridosso dell'autostrada VE-TS, affiancati ambo le parti da qualche casa e da coltivazioni; poi girando a sinistra ci reimmettiamo in via A. De Gasperi che prende il nome di via Campolongo dopo il ponticello. Lungo quest'ultima troviamo a destra anche un allevamento di api dove eventualmente si può acquistare il miele. Alla fine di questa strada attraversiamo la provinciale n°49 e imbocchiamo via Pralungo che ci porta alla frazione omonima; oltrepassiamo il centro di questa e ci reinoltriamo in aperta campagna. Seguiamo la strada, fiancheggiata da due fossati, fino al successivo centro abitato che è Losson della Battaglia. Dopo esserci lasciati la chiesa alla nostra destra, giunti ad un incrocio proseguiamo diritti, e costeggiando un canale arriviamo fino ad un passaggio a livello. Lo attraversiamo e dopo 50 m circa giriamo a sinistra sulla strada parallela e la percorriamo, riattraversando il passaggio a livello, fino a girare alla prima strada a destra, via Fossetta. Continuiamo diritti per via A. M. Taschin fino a girare a sinistra in via della Speranza dove notiamo l'ottocentesca villa Tolotti Silvestri; proseguiamo oltrepassando il primo incrocio e al secondo ci immettiamo in via M. L. King; dopo 50 m giriamo a destra e subito a sinistra per via Don Giacomello e quindi a sinistra per via D. Cesare che ci porta nella strada principale che attraversa il centro di Fossalta.


torna all'inizio del contenuto